Pozzuoli: il Museo Diocesano nato per salvaguardare la Storia della città flegrea

Inaugurato nel maggio del 2016, il Museo è “incastonato” nell’antica rocca puteolana del Rione Terra

The Diocesan Museum e’ stato inaugurato al Rione Terra di Pozzuoli (Na) nel maggio del 2016. Precedentemente le opere in esso custodite, si trovavano presso gli ambienti della Curia puteolana al “Villaggio del Fanciullo”, situato nella parte alta della città flegrea. Il Museo nacque per salvaguardare lo stravolgimento e la quasi totale cancellazione della bi-millenaria storia di Pozzuoli a causa della trasformazione, profonda e repentina, della diocesi di Pozzuoli durante il XX° secolo. Nel corso della sua storia, la città di Pozzuoli, non ha mai avuto l’esigenza di un luogo dove custodire le proprie opere d’arte, poiché esse spesso venivano preservate all’interno delle numerose chiese presenti sul territorio cittadino. Probabilmente fu a seguito dell’incendio del Duomo di San Procolo sul Rione Terra nel 1964 che provocò una gran perdita del patrimonio artistico cittadino, e successivamente, l’evacuazione del rione   nel 1970 e del centro storico nel 1983-1984 a causa del bradisismo, che l’allora Vescovo di Pozzuoli, Salvatore Sorrentino, pensò alla realizzazione di un Museo Diocesano. Ma solo nel 2000 una prima sezione presso gli ambienti  della Curia fu aperta per volontà del suo successore il Vescovo Padoin. La sede definitiva del museo è stata  inaugurata  dall’attuale Vescovo di Pozzuoli Mons. Gennaro Pascarella, il 20 maggio 2016, presso i locali del palazzo vescovile al Rione Terra un tempo ad uso del seminario diocesano.

Il Museo è visitabile nei giorni di Sabato (ore 9:00 – 13:00 / 15:00 – 19:00) e Domenica (ore 10:00 – 13:00).

La  “pillola” dedicata al Diocesan Museum di Pozzuoli  è visibile al seguente link di Youtube:

https://www.youtube.com/watch?v=_TLLNY9KNus

 

tourism and services

all author posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are makes.