Alla Reggia di Caserta ingresso gratuito per la Giornata Mondiale dell’Acqua

Ingresso gratuito alla Reggia di Caserta venerdì 22 marzo 2019 in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), ricorrenza istituita dalla Nazioni Unite nel 1992.

Nella stessa data la Reggia di Caserta offre la prima delle otto giornate gratuite del 2019 secondo l’iniziativa del MiBAC #IoVadoalMuseo che prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i luoghi di cultura. Oltre in occasione delle prime domeniche dei mesi da ottobre a marzo e della Settimana dei Musei – che per il 2019 è stata dal 5 al 10 marzo – ogni istituto offre altre 8 giornate ad ingresso libero, individuate sulla base delle caratteristiche del proprio territorio o per celebrare alcune ricorrenze legate alla storia del luogo.

Venerdì 22 marzo i visitatori avranno modo di prendere parte al “percorso di vita” che racconterà la grandiosità dell’Acquedotto Carolino e il sistema di approvvigionamento idrico delle fontane monumentali che compongono la via d’acqua nel Parco della Reggia.

L’appuntamento con i visitatori è alle ore 10.30 alla Fontana Margherita per proseguire la passeggiata e la visita speciale lungo il tratto del condotto che dalla Peschiera si inoltra nel Bosco Vecchio.

Durante il percorso l’Ufficio Parco e Acquedotto Carolino illustrerà le caratteristiche tecniche del sistema di alimentazione dell’acquedotto che si immette nella Peschiera per alimentare il canale che arriva fino alla Castelluccia.

Lungo il percorso di visita si potrà ammirare il ricco patrimonio botanico del Bosco Vecchio e conoscere le piante monumentali che lo costituiscono. Dalla Peschiera si proseguirà verso il Convento dei Passionisti dove sarà allestita una mostra dedicata all’Acquedotto Carolino.

Infine, si potrà assistere ad un concerto di musica classica con i maestri Antonio Pugliese e Diletta Di Rauso del Conservatorio di Salerno che si esibiranno all’interno della Cappella degli Schiavi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *