Offerte

Noi di Turismo e Servizi siamo sempre attenti affinché i nostri clienti abbiano a disposizione una gamma di offerte con ottimi rapporti tra qualità, durata e prezzi! Specifica le date del tuo soggiorno e richiedi le informazioni di cui hai bisogno nel form che trovi in basso, ti risponderemo nel più breve tempo possibile con la migliore offerta. Oppure puoi contattarci telefonicamente allo 081 192 55 646 .

Hotel 3 stelle a Pozzuoli (Na), zona centrale, camera matrimoniale inclusa di prima colazione, parcheggio, ingresso con visita guidata al percorso Archeologico del Rione Terra, Duomo di Pozzuoli e Museo diocesano, sconto del 10% sulla tariffa NCC scarica qui il buono.

Per gli amanti del mare delle immersioni delle bellezze sommerse

Visita il Parco archeologico di Baia – Golfo di Napoli – Isole di Ischia e Procida

Immersioni – Snorkelling – Hotel

in collaborazione con il centro Sub Campi Flegrei – Pozzuoli

Offerta Vacanze Sub:

Immersione per 2 persone con trattamento di mezza pensione  in camera doppia:

2 giorni/ 1 notte

1 mezza pensione
2 immersioni

€ 68,00 a persona

3 giorni/2 notti 

2 mezze pensioni

4 immersioni

€ 130,00 a persona

7 giorni/6 notti

6 mezze pensioni

6 immersioni

€320,00 a persona

Weekend-end alla scoperta dell’Archeologia dei Campi Flegrei

l’offerta comprende:

2 notti in camera doppia/matrimoniale in hotel 3 stelle a Pozzuoli;

Prima colazione;

Parcheggio;

Wi-Fi.

Ingresso per 2 persone ai seguenti siti: Anfiteatro Flavio, Scavi di Cuma, Museo Archeologico di Baia, Terme di Baia.

Il tutto € 60,00 per persona

Supplementi:

Guida turistica per tutti 4 siti € 160,00

Trasferimento da e per Capodichino o stazione Piazza Garibaldi € € 45,00 a tratta. ( dalle ore 07:00 alle 20:00 ) 10% di supplemento   ( dalle 20:00 alle 07:00)

Weekend-end alla scoperta dell’Archeologia dei Campi Flegrei l’offerta comprende: 2 notti in camera doppia/matrimoniale in hotel 3 stelle a Pozzuoli; Prima colazione; Parcheggio; Wi-Fi. Ingresso per 2 persone ai seguenti siti: Anfiteatro Flavio, Scavi di Cuma, Museo Archeologico di Baia, Terme di Baia. Il tutto € 60,00 per persona Supplementi: Guida turistica per tutti 4 siti € 160,00 Trasferimento da e per Capodichino o stazione Piazza Garibaldi € € 45,00 a tratta. ( dalle ore 07:00 alle 20:00 ) 10% di supplemento   ( dalle 20:00 alle 07:00)
Trascorri due notti in hotel e la terza notte è gratis, nel fantastico scenario dei Campi Flegrei Pozzuoli e Campi Flegrei , una delle aree archeologiche piu vaste ed affascinanti d’Italia L’offerta è di € 119,00 a persona e comprende :
  • tre pernottamenti per 2 persone
  • colazione a buffet
  • ampio parcheggio gratuito
  • connessione internet wi-fi gratuita
  • Transfer da e per Aereoporto di Capodichino o Stazione di napoli centrale
  • Visita guidata al Percorso Archeologico del Rione Terra, Duomo e museo Diocesano.
  • Assicurazione Unipol – Informativa

1° giorno:

Arrivo in hotel in serata. Sistemazione nelle camere riservate. Incontro con  la guida per la presentazione dei Campi Flegrei. Cena e pernottamento. I Campi Flegrei sono una vasta area di origine vulcanica situata a nord-ovest della città di Napoli, la parola “flegrei” deriva dal greco flègo che significa “brucio”, “ardo”. Nella zona sono tuttora riconoscibili almeno ventiquattro tra crateri ed edifici vulcanici, alcuni dei quali presentano manifestazioni gassose effusive (area della Solfatara) o idrotermali (ad Agnano,Pozzuoli, Lucrino), nonché sono causa del fenomeno del bradisismo(molto riconoscibile per la sua entità nel passato nel cosiddetto tempio di Serapide a Pozzuoli). Geologicamente l’area dei campi flegrei è una grande caldera in stato di quiescenza con un diametro di 12-15 km nella parte principale, dove si trovano numerosi crateri, piccoli edifici vulcanici e zone soggette ad un vulcanismo di tipo secondario ( fumarole, sorgenti termali, bradisismo,…). In tutta la zona sono visibili importanti depositi di origine vulcanica come il Tufo Grigio Campano (o Ignimbrite Campana) o il Tufo giallo .Nel 2003, in attuazione della Legge Regionale della Campania n. 33 del 1.9.1993, è stato istituito il Parco regionale dei campi Flegrei.  2° giorno: Prima colazione incontro con la guida per visita dell’Anfiteatro Flavio iniziato sotto Nerone e completato da Vespasiano, il terzo, per dimensioni, nel mondo romano e  la più importante testimonianza a Pozzuoli del periodo imperiale. L’attrazione dell’arena è senz’altro rappresentata dalla straordinaria organizzazione della rete di cunicoli sotterranei. Proseguimento della visita al Tempio di Serapide: antico macellum o mercato alimentare, famoso soprattutto per essere stato nei secoli preciso strumento di misurazione del fenomeno bradisismico. Rientro in hotel per il pranzo, nel pomeriggio visita degli scavi Scavi Archeologici di Cuma:.  Attraversando l“Arco Felice” costruito nel 95 d.C. per consentire il passaggio della via Domitiana attraverso il monte Grillo, si giunge a Cuma, una delle più antiche colonie della Magna Grecia, fondata dagli Eubei intorno al 730 a.C.  Si visiteranno: l’Acropoli,  il tempio di Apollo, il tempio di Giove, la Necropoli, il Foro, le Terme, la Crypta romana, il Capitolium e il famoso Antro della Sibilla descritto da Virgilio nel v libro dell’ Eneide.Rientro in hotel per la cena e il pernottamento. 3° giorno: Prima colazione incontro con la guida per la visita Baia sommersa: il luogo flegreo più decantato e frequentato in epoca romana per il suo splendido paesaggio e per le sue rinomate sorgenti termali, tanto che Orazio poté esclamare: Nullus in orbe sinus Bais praelucet amoenis (Nessun altro luogo al mondo è più splendente del Golfo di Baia). Per  effetto del bradisismo, gran parte dell’antica città oggi è sommersa dal mare. ( Visita con il Cymba, battello dall’ampio ponte e dal fondo finestrato che consente a 48 passeggeri di navigare osservando le ville, i mosaici policromi ed i reperti sommersi, comodamente seduti sotto il livello del mare). Proseguimento per la visita Parco Archeologico di Baia: dove sono presenti numerosi resti di impianti termali e idraulici:la villa dell’Ambulatio, il complesso della Sosandra, il settore di Mercurio, il settore di Venere e le Piccole Terme. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio tempo libero per lo shopping nel centro storico di Pozzuoli. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento ( possibilità di cena spettacolo). 4° giorno: Prima colazione in hotel incontro con la guide per la visita del  Museo Archeologico presso il Castello Aragonese di Baia:, antica città assai frequentata in epoca romana per il suo splendido paesaggio e per le sue rinomate sorgenti termali, oggi quasi interamente sommersi dal mare. Pranzo in ristorante sul lago d’Averno. Nel pomeriggio visita della Piscina Mirabile di Bacoli: la più grande cisterna nota mai costruita dagli antichi romani, che aveva la funzione di approvvigionare di acqua le numerose navi della Classis Misenensis che trovava ricovero nel porto di Miseno. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento. 5° giorno: Prima colazione, FINE DEI SERVIZI.
1°  giorno: Arrivo del gruppo  e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Nel pomeriggio visita dell’Anfiteatro Flavio, iniziato sotto Nerone e completato da Vespasiano, il terzo, per dimensioni, nel mondo romano e  la più importante testimonianza a Pozzuoli del periodo imperiale. L’attrazione dell’arena è senz’altro rappresentata dalla straordinaria organizzazione della rete di cunicoli sotterranei. Si prosegue per la vista serale del  Vulcano Solfatara: antico cratere vulcanico ancora attivo, ma in stato quiescente, indicato da Strabone come dimora del dio Vulcano, ingresso agli Inferi. Alla fine assaggio di pesce azzurro cucinato con il vapore di una fumarola a 160° C (cucina geotermica) e accompagnato da un bicchiere di Falanghina, il vino dei Campi Flegrei. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento. 2° giorno:  Dopo la prima colazione, visita all’azienda agricola” Piscina Mirabile” La visita inizia con una breve presentazione dell’azienda alla quale seguirà il percorso guidato all’interno dei vigneti di Falanghina e Piedirosso , (dove è possibile ammirare le cosiddette viti a “piede franco” patrimonio esclusivo dei Campi Flegrei), e all’agrumeto storico dove sono presenti ceppi bicentenari e dove da dicembre a febbraio è possibile effettuare la raccolta self-service degli agrumi. Successivamente si farà visita alla cantina con illustrazione delle diverse macchine per la trasformazione delle uve in vino e dove e possibile ammirare antichi attrezzi usati per la lavorazione dei campi e delle uve. La visita si conclude con una degustazione di pizze con friarielli, con pomodoro cannellino, con piselli, melanzane, peperoni, cipolla,focacce, zuppe di fave o cicerchie, salumi e altri prodotti tipici accompagnati da Falanghina e Piedirosso dei Campi Flegrei DOP. Fine dei servizi

1° giorno:

Arrivo del gruppo  e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Incontro con la guida naturalistica per una prima descrizione dei Campi Flegrei (dal greco flègo che significa “brucio”, “ardo”). Geologicamente l’area dei campi flegrei è una grande caldera  in stato di quiescenza con un diametro di 12-15 km nella parte principale,dove sono riconoscibili almeno ventiquattro tra crateri ed edifici vulcanici, alcuni dei quali presentano manifestazioni gassose effusive (Solfatara) o idrotermali (Agnano, Pozzuoli, Lucrino), nonché sono causa del fenomeno del bradisismo. La visita naturalistica comincia con un’escursione sul litorale di Cuma: ascoltando il respiro della “Sibilla”, attraversando la lecceta secolare della retroduna, si verrà catapultati tra fioriture di cisto rosa e il profumo della macchia mediterranea. Il percorso termina sulle rive del mare dove fiorisce il Giglio delle sabbie e dove le tartarughe marine cercano un luogo tranquillo per deporre le uova. Lungo il percorso saranno realizzate attività di interpretazione naturalistica e del paesaggio. Rientro in hotel per la cena e pernottamento. 2° giorno: Dopo la prima colazione, intera mattinata dedicata alla visita della Solfatara, antico cratere vulcanico ancora attivo ma in stato quiescente. Indicata da Strabone come “Forum Vulcani”, “dimora del dio Vulcano, ingresso agli inferi”, la solfatara oggi è senz’altro il più famoso vulcano dei Campi Flegrei;Con un’estensione di circa 33 ettari, essa offre gli spunti per una interessante passeggiata con la presenza, oltre che dei noti fenomeni vulcanici, quali le “fumarole”d’anidride solforosa , le “mofete” ed i “vulcanetti di fango”, anche di zone boschive e di zone di macchia mediterranea nonchè di alcune singolarità naturali, geologiche, botaniche e faunistiche. Dopo l’escursione alla solfatara, breve sosta al Tempio di Serapide (l’antico Macellum o mercato alimentare), famoso soprattutto per essere stato,nel corso dei secoli, preciso strumento di misurazione del fenomeno bradisismico.Rientro in hotel per il pranzo.Nel pomeriggio  la visita naturalistica  prosegue con la “discesa agli inferi”: una passeggiata che partendo dal vulcano più giovane d’Europa, il Monte Nuovo, attraversando la macchia mediterranea accompagnati dal profumo delle ginestre fiorite, condurrà fino al più grande lago vulcanico dei Campi flegrei, il Lago d’Averno.Rientro in hotel per la cena e il pernottamento. 3° giorno: Dopo della prima colazione, mattinata dedicata alla visita  la Foresta Regionale di Cuma, zona B del Parco Regionale dei Campi Flegrei, un’ampia area sempreverde, culla di antiche civiltà. Oggi l’antica Silva Gallinara si estende per circa 100 ettari e si presenta agli occhi dei visitatori con un fitto lecceto che prende corpo man mano che ci si allontana dalla costa. L’ambiente dunale e retro-dunale offre la possibilità di osservare il susseguirsi delle varie specie vegetazionali, dalla bassa macchia mediterranea al bosco di lecci, intervallato da piccoli nuclei di rimboschimento a Pino domestico, altre specie arboree come la Roverella e il Frassino Passeggiando lungo i sentieri di questa meravigliosa foresta è possibile immergersi in una atmosfera incantata, godendo di meravigliosi panorami e accompagnati dal suono delle onde del mare. Rientro in hotel per il pranzo. Fine dei servizi.
1°  giorno: Arrivo del gruppo  e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Incontro con la guida archeologica per una prima descrizione dei Campi Flegrei, terra affascinante declamata da Omero e Virgilio che affonda le sue radici nel mito e che ha conquistato un posto di grande rilievo nella storia. Visita di Baia, il luogo flegreo più decantato e frequentato in epoca romana per il suo splendido paesaggio e per le sue rinomate sorgenti termali, tanto che Orazio poté esclamare: Nullus in orbe sinus Bais praelucet amoenis (Nessun altro luogo al mondo è più splendente del Golfo di Baia).Per  effetto del bradisismo, gran parte dell’antica città oggi è sommersa dal mare. Visita guidata del Parco Archeologico, dove sono presenti numerosi resti di impianti termali e idraulici:la villa dell’Ambulatio, il complesso della Sosandra, il settore di Mercurio, il settore di Venere e le Piccole Terme. Cena e pernottamento. 2° giorno: Dopo della prima colazione, mattinata dedicata alla visita degli Scavi Archeologici di Cuma.  Attraversando l“Arco Felice” costruito nel 95 d.C. per consentire il passaggio della via Domitiana attraverso il monte Grillo, si giunge a Cuma, una delle più antiche colonie della Magna Grecia, fondata dagli Eubei intorno al 730 a.C.  Si visiteranno: l’Acropoli,  il tempio di Apollo, il tempio di Giove, la Necropoli, il Foro, le Terme, la Crypta romana, il Capitolium e il famoso Antro della Sibilla descritto da Virgilio nel v libro dell’ Eneide. Rientro in hotel per il pranzo. Visita panoramica del golfo per ammirare i panorami mozzafiato di Baia, Bacoli, Capo Miseno e Monte di Procida.Rientro in hotel per la cena e il pernottamento. 3° giorno: Dopo la prima colazione, intera mattinata dedicata alla visita guidata di Pozzuoli,  fondata dai Greci di Samo col nome di “Dicearchia” nel 529 a.C., divenendo”Puteoli” coi Romani, che le conferirono grande importanza perché ne fecero il loro porto principale. Si comincia con l’Anfiteatro Flavio, iniziato sotto Nerone e completato da Vespasiano, il terzo, per dimensioni, nel mondo romano e  la più importante testimonianza a Pozzuoli del periodo imperiale. L’attrazione dell’arena è senz’altro rappresentata dalla straordinaria organizzazione della rete di cunicoli sotterranei. Breve sosta al Tempio di Serapide (l’antico Macellum o mercato alimentare), famoso soprattutto per la sua particolare struttura e per essere stato,nel corso dei secoli, preciso strumento di misurazione del fenomeno bradisismico.  Rientro in hotel per il pranzo dell’arrivederci e partenza. Fine dei servizi.

Gaio Giulio Cesare OTTAVIANO AUGUSTO                              

Bimillenario della morte dell’Imperatore  

Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto – Roma 23 settembre 63 a.C.- Nola (Na)  19 agosto 14 d.C meglio conosciuto come Ottaviano o Augusto, fu il primo imperatore romano. Il Senato gli conferì il titolo di Augustus il 16 gennaio 27 a.C., e il suo nome ufficiale fu da quel momento Imperator Caesar Divi filius Augustus . Nel 23 a.C. gli fu riconosciuta la tribunicia potestas (che mantenne poi a vita e l’Imperium proconsulare a vita;] mentre nel 12 a.C. divenne Pontefice massimo con la morte di Marco Emilio Lepido. Restò al potere sino alla morte e il suo principato fu il più lungo della Roma imperiale.  

                                                                                             

TOUR

1° Giorno: Pozzuoli – Arrivo del gruppo e sistemazione in hotel (3 stelle) nelle camere riservate. Incontro con la guida archeologica per descrizione della storia di OTTAVIANO. Visita di Baia, il luogo flegreo più decantato e frequentato in epoca romana per il suo splendido paesaggio e per le sue rinomate sorgenti termali, tanto che Orazio poté esclamare: Nullus in orbe sinus Bais praelucet amoenis (Nessun altro luogo al mondo è più splendente del Golfo di Baia). Per  effetto del bradisismo, gran parte dell’antica città oggi è sommersa dal mare. Visita guidata del Parco Archeologico, dove sono presenti numerosi resti di impianti termali e idraulici, la villa dell’Ambulatio, il complesso della Sosandra, il settore di Mercurio, il settore di Venere e le Piccole Terme. Rientro in hotel per la cena e pernottamento.

2° Giorno: Dopo della prima colazione, mattinata dedicata alla visita degli Scavi Archeologici di Cuma.  Attraversando l“Arco Felice” costruito nel 95 d.C. per consentire il passaggio della via Domitiana attraverso il monte Grillo, si giunge a Cuma, una delle più antiche colonie della Magna Grecia, fondata dagli Eubei intorno al 730 a.C.  Si visiteranno: l’Acropoli,  il tempio di Apollo, il tempio di Giove, la Necropoli, il Foro, le Terme, la Crypta romana, il Capitolium e il famoso Antro della Sibilla descritto da Virgilio nel v libro dell’ Eneide. Rientro in hotel per il pranzo. FINE DEI SERVIZI.

1° giorno: Arrivo e sistemazione – Brainstorming + lezione – Escursione “Discesa agli inferi. Arrivo e sistemazione in albergo. Presentazione del lavoro da svolgere. Brainstorming. Lezione frontale in aula introduttiva sui campi Flegrei a cura di un esperto in scienze ambientali della Cooperativa. Pranzo in albergo. Nel pomeriggio escursione naturalistica “Discesa agli inferi”(Oasi Montenuovo Averno. Rientro in albergo. Cena e pernottamento. Il Monte Nuovo è un vulcano che fa parte dei Campi Flegrei, formatosi a seguito di un’eruzione che distrusse il villaggio medioevale di Tripergole e mise i fuga la popolazione locale. Il monte è  caratterizzato da una folta vegetazione tipica della macchia mediterranea. Il vulcano è ormai inattivo e alle sue pendici è stata realizzata un’Oasi naturalistica. Il Lago d’Averno è un lago vulcanico che prende nome da una oscura e profonda voragine (attualmente non identificata) presente nelle sue vicinanze ed emanante vapori sulfurei , la quale, secondo la religione greca e poi romana, era un accesso all’Oltretomba, regno del dio Plutone). 2° giorno: Brainstorming e Visita all ’Osservatorio vesuviano ‐ Escursione guidata Vesuvio ‐ Visita  della Napoli Rinascimentale Mattina: Breve brainstorming /report sulla giornata precedente (20 min.max). Visita all’Osservatorio vesuviano (su prenotazione). Pranzo a sacco. Escursione guidata sul Sentiero “Il Fiume di lava” – Parco nazionale del Vesuvio. Al termine trasferimento a Napoli per la visita della Napoli Rinascimentale. Serata in pizzeria per assaporare la pizza Margherita la pizza Verace Napoletana, con intrattenimento. Rientro in albergo. Pernottamento 3° giorno: Brainstorming ‐ Visita alla Foresta Regionale Area flegrea e Monte di Cuma ‐ Visita al Parco Archeologico di Cuma Mattina: Breve brainstorming /report sulla giornata precedente (20 min.max).Visita guidata naturalistica presso la Foresta Regionale Area flegrea e Monte di Cuma. Colazione a sacco in area picnic. Nel pomeriggio visita archeologica al Parco archeologico di Cuma. Rientro in albergo. Cena e pernottamento. La Foresta Regionale di Cuma, situata a poca distanza dagli scavi archeologici di Cuma e dal mitico Antro della Sibilla, custode di una biodiversità unica, è il luogo ideale per riscoprire le testimonianze storiche di grande valore. Attraverso questo percorso ambientale sarà possibile godere di una piacevole passeggiata nella lecceta secolare e lungo la duna mediterranea. 4° giorno: Brainstorming ‐ Visita all’Anfiteatro Flavio ‐ Visita del percorso archeologico del Rione Terra ‐ Verifica delle attività e confronto dibattito Mattina: Breve brainstorming /report sulla giornata precedente (20 min. max).Visita all’anfiteatro Flavio, uno dei due anfiteatri romani esistenti a Pozzuoli e terzo per ampiezza, dopo quelli di Roma e di Capua fatto edificare dal primo imperatore della dinastia dei Flavi, Vespasiano, come donazione ai Puteolani (Puteoli era l’antica Pozzuoli), che nella guerra civile si schierarono dalla parte dell’imperatore, insieme agli uomini della base navale di Miseno, dove stazionava la potente “classis Misenensis”.Proseguimento per la visita alla Solfatara, antico cratere vulcanico (uno dei 40 vulcani che costituiscono i Campi Flegrei) ancora attivo ma in stato quiescente che da circa due millenni conserva un’attività di fumarole d’anidride solforosa, getti di fango bollente ed elevata temperatura del suolo. Rientro in albergo per il pranzo. Nel pomeriggio verifica delle attività e confronto dibattito. Partenza e rientro in sede. Fine dei servizi.

Richiedi Informazioni

× Come possiamo aiutarti?